Crea sito

«Vivi come se dovessi morire domani. Impara come se dovessi vivere per sempre…»


  • Tag Archives ateo
  • Richard Dawkins – School Faith Menace

    Posted on by Celeritas

    Il numero di scuole religiose in Inghilterra è in aumento. Delle circa 7’000 scuole finanziate dallo stato, circa un terzo ha una connotazione religiosa. In questo documentario, Dawkins ci illustra le conseguenze dell’educazione religiosa che, secondo lui, inganna i genitori e indottrina e divide i figli. Il governo dovrebbe smettere di sovvenzionare le scuole religiose e Dawkins esorta la società a rispettare il diritto alla libertà di credo dei bambini.

    Buona visione( il canale youtube a cui mi collego è nuovo, il vecchio è stato chiuso, se volete iscrivetevi in questo)


  • Privilegi dei credenti

    Posted on by Celeritas

    “GALATEO “

    Non riesco proprio a capire perche i credenti debbano sempre offendersi quando si parla della loro credenza. 
    Un assunto assai diffuso nella nostra società, dato per scontato da tutti, anche dai non credenti, è che l’argomento della fede religiosa sia molto delicato e suscettibile di recare offesa e debba per questo essere oggetto di un rispetto esagerato, ben superiore a quello che qualsiasi essere umano deve al suo simile. Douglas Adams sottolineò il concetto in un discorso estemporaneo che pronunciò a Cambridge poco prima di mo-
    rire, e di cui condivido ogni frase:

    “La religione… si basa su dottrine che vengono definite sacre o sante.
    Indipendentemente dal fatto che la approviamo o no, l’aura di sacralità ci appare così scontata che
    ci siamo dimenticati di come l’assunto da cui deriva dica, in sostanza: «Questa è un’idea che non si
    può minimamente criticare; non è permesso e basta. Perché non è permesso? Perché no!». Se qual-
    cuno vota per un partito le cui idee non approviamo, siamo liberi di discuterne quanto ci pare; tutti
    quanti dibatteranno l’argomento senza che nessuno si offenda. Se qualcuno pensa che le tasse deb-
    bano aumentare o diminuire, ne parliamo liberamente, mentre se qualcuno afferma: «La mia religio-
    ne mi vieta di girare un interruttore il sabato» diciamo: «Benissimo, io lo rispetto»….
    Perché è perfettamente lecito sostenere il partito laburista o il partito conservatore, i repubblicani
    o i democratici, una scuola di economia piuttosto che un’altra, Macintosh piuttosto che Windows,
    ma non è lecito avere un’opinione sull’origine dell’universo e sul suo eventuale creatore, in quanto
    l’argomento è considerato «sacro»?… Ci siamo abituati a non mettere mai in discussione le dottrine
    religiose. Infatti, è molto interessante vedere quanto furore suscita Richard [Dawkins] quando le
    mette in discussione! Tutti diventano isterici, perché non è permesso dire certe cose. Eppure, se si
    riflette razionalmente, si capisce che non c’è motivo di non sottoporre le idee religiose alla stessa di-
    samina cui sono sottoposte tutte le altre: l’unico motivo è che abbiamo in qualche modo convenuto di non farlo.”

    (altro…)


  • Intervista a Richard Dawkins (L’illusione di dio)

    Posted on by Celeritas
    “è violenza sui minori insegnare ai bambini che è un fatto che vi sia un solo Dio o che Dio ha creato il mondo in sei giorni”.
    Questa è una delle frasi franca e incisiva di Dawkins un famoso biologo , di cui è appena uscito nelle librerie anglosassoni il libro “The God Delusion”, è stata pubblicata su Salon.
    Questa  intervista fa parte di
    un ciclo di interviste a famosi scienziati a proposito di religione e scienza. Il 23 agosto fu intervistato Michael Shermer, fondatore della Skeptics Society.


     

     

    Testo intervista:

    Il testo integrale dell’intervista di Steve Paulson a Richard Dawkins è stato pubblicato sul sito di Salon



  • Religiolus – Vedere per credere

    Posted on by Celeritas

    Bill Maher, comico e condurrore televisivo americano,  viaggia in giro per il mondo, visitando luoghi di particolare significato religioso, incontrando ed intervistando esponenti di diverse fedi religiose, scienziati, personalità pubbliche e gente comune. Il punto di vista subito dichiarato, è quello di un ateo, convinto che «la religione sia un ostacolo al progresso dell’umanità».

    (altro…)


  • Benvenuto in questo mondo

    Posted on by Celeritas

    Dovremmo avere il coraggio di dire ai nostri figli in che mondo dovranno vivere e in che modo… oppure lotteremo e  lo cambieremo per trasformarlo nel mondo che vorremo per noi e i nostri figli.
    A noi la scelta perchè nostri sono i figli e nostro è il mondo.


     

     


  • L’illusione di Dio – Dawkins

    Posted on by Celeritas

    quando una persona soffre di un’illusione parliamo di pazzia, ma quando ciò accade a molte persone parliamo di religione.

    L’illusione di Dio è un’opera dell’etologo britannico Richard Dawkins, professore di Public Understanding of Science presso l’Università di Oxford.

     

    (altro…)


  • La lista delle frasi più demenziali della bibbia

    Posted on by Celeritas

    Mi sono permesso di creare una lista delle frasi più demenziali della  bibbia, iniziamo a conoscere l’ ” amore ” e la ” bontà ” di dio nel suo regno di ” pace ” e fratellanza “.

     

    – Perderai l’eredità che io ti avevo data; e ti farò servire i tuoi nemici, in un paese che non conosci, perché avete acceso il FUOCO DELLA MIA IRA, ed esso ARDERÀ PER SEMPRE [Geremia 17:4]  ( INSOMMA E’ MOLTO CALMO )

    – Il Signore è un GUERRIERO, il suo nome è IL SIGNORE. [Esodo 15:3]

    – Il Signore disse a Mosè: «Prendi tutti i capi del popolo e falli IMPICCARE davanti al Signore, alla luce del sole, affinché l’ardente IRA DEL SIGNORE sia allontanata da Israele». [Numeri 25:4]
    (altro…)


  • Perchè non essere cristiani- Bertrand Russell

    Posted on by Celeritas

    « Io sono fermamente convinto che le religioni, come sono dannose, così sono false. Il danno arrecato da una religione è di due specie: uno dipende dalla natura generica della fede, l’altro dalla natura particolare dei dogmi accettati. »

    (Bertrand Russell, dalla prefazione di Perché non sono cristiano)

    Fin dal titolo e dall’incipit Russell dichiara espressamente di voler spiegare le ragioni della sua non appartenenza al Cristianesimo, premurandosi però di chiarire il vero significato della parola. Cristiano non è, secondo il filosofo, qualunque uomo virtuoso, ma specificamente chi:

    • crede nei dogmi dell’esistenza di Dio e dell’immortalità dell’ anima;
    • ritiene Gesù almeno il più saggio fra gli uomini.

    Di qui Russell passa ad occuparsi specificamente di questi due aspetti, dapprima con una critica degli argomenti intellettuali e morali in favore dell’esistenza di Dio, e quindi analizzando la figura di Cristo. Conclude che l’adesione alla religione non è dettata da argomenti ma da fattori emotivi, e che la religione non è fonte di virtù: al contrario, essa ha praticato la crudeltà (ad esempio nel periodo dell’Inquisizione) e ostacolato il progresso, nel XX secolo come in passato. Per Russell il fondamento della religione è la paura, da cui solo la scienza e il libero intelletto sono capaci di emancipare l’uomo. (altro…)



  • Segui Celeritas su Facebook

  • Commenti recenti

    LICENZA

    Licenza Creative Commons
    il Blog di Celeritas è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.

    ©2019 Celeritas Entries (RSS) and Comments (RSS)  Raindrops Theme