Crea sito

«Vivi come se dovessi morire domani. Impara come se dovessi vivere per sempre…»


  • Tag Archives Dawkins
  • Memi – Siamo delle macchine per la sopravvivenza

    Posted on by Celeritas

    Dawkins narra (nell’opera The Selfish Gene) che, prima dell’avvento della vita sulla terra (3-4 milioni di anni fa) si sviluppò per reazioni chimiche un brodo primordiale, le cui molecole, sotto l’effetto del sole si andarono combinando in molecole sempre più grandi.
    A un certo punto si produsse accidentalmente una molecola organica replicante. Questa molecola aveva la capacità di replicarsi e ad ogni replica venivano commessi dei piccoli errori che resero possibile la varietà e quindi l’evoluzione.
    Poiché il brodo primordiale non era in grado di alimentare un numero infinito di molecole iniziò la lotta per la sopravvivenza e le molecole svilupparono un involucro protettivo (si formarono le cellule) per proteggersi dalla guerra chimica con le loro rivali.
    Col tempo e in virtù del meccanismo della selezione naturale e dell’evoluzione i replicanti andarono creando delle macchine per la sopravvivenza: veri e propri organismi pluricellulari sempre più complessi come le piante e gli animali erbivori e carnivori.

     

    (altro…)


  • Richard Dawkins – School Faith Menace

    Posted on by Celeritas

    Il numero di scuole religiose in Inghilterra è in aumento. Delle circa 7’000 scuole finanziate dallo stato, circa un terzo ha una connotazione religiosa. In questo documentario, Dawkins ci illustra le conseguenze dell’educazione religiosa che, secondo lui, inganna i genitori e indottrina e divide i figli. Il governo dovrebbe smettere di sovvenzionare le scuole religiose e Dawkins esorta la società a rispettare il diritto alla libertà di credo dei bambini.

    Buona visione( il canale youtube a cui mi collego è nuovo, il vecchio è stato chiuso, se volete iscrivetevi in questo)


  • Le vignette di Maometto e il delirio del mondo musulmano

    Posted on by Celeritas

    Di seguito verrà citato un caso che espleta cosa può comportare l’eccessivo rispetto della società alla religione.

    Il caso è scoppiato nel febbraio del 2006 ed è apparso subito assurdo,a metà tra la farsa e la tragedia. Nel settembre del 2005, il quotidiano danese «Jyllands-Posten» aveva pubblicato dodici vignette raffiguranti il profeta Maometto. Nei successivi tre mesi, l’indignazione è stata sistematicamente alimentata in tutto il mondo islamico da un gruppetto di musulmani che risiedevano in Danimarca ed erano guidati da due imam cui era stato concesso asilo in quel paese.1 5  Alla fine del 2005 i malevoli esuli sono volati dalla Danimarca in Egitto con il loro dossier, che è stato copiato e diffuso in tutto il mondo islamico, compresa – nota bene l’Indonesia. Il documento conteneva false accuse alla Danimarca, cui si rinfacciava di avere trattato male i musulmani, e la bugia tendenziosa secondo la quale lo «Jyllands-Posten» sarebbe stato un giornale governativo. Il dossier comprendeva anche le dodici vignette,alle quali abilmente gli imam avevano aggiunto altre tre immagini di origine ignota, ma certo non danese. Diversamente dalle dodici originali, le tre supplementari erano davvero offensive o lo sarebbero state se, come sostenevano gli zelanti agita tori, avessero realmente raffigurato Maometto. La più offensiva di tutte non era una vignetta, ma la foto, inviata per fax, di un uomo barbuto con il volto coperto da una maschera da maiale. È poi risultata essere una foto dell’Associated Press che ritraeva uno dei concorrenti alla gara di grugniti suini di una fiera di campagna in Francia. 16  Non aveva il minimo nesso con il profeta Maometto, con l’islam e con la Danimarca, ma gli attivisti musulmani, andando al Cairo a seminare zizzania, hanno fatto capire che i tre nessi c’erano… con risultati prevedibili. (altro…)


  • I nemici della ragione – Dawkins

    Posted on by Celeritas

    « Uno dei miei obiettivi è quello di trasmettere almeno in parte la mia meraviglia dinanzi alla complessità biologica a quegli occhi che sono sempre rimasti chiusi dinanzi ad essa. Ma, una volta magnificato il mistero, l’altro mio obiettivo è quello di eliminarlo e di spiegarne la soluzione. »(Richard Dawkins, L’orologiaio cieco)

    Richard Dawkins in questo documentario affronta tutta una serie di superstizioni, tarocchi e paganismi intorno alla religione con una serie chiamata Enemies of Reason.
    La superstizione deriva da un’ignoranza di fondo che si nutre della paura di chi non riesce ad accettare la vita per quello che è, e cerca qualcosa di più ” misterioso ” in essa.
    La speranza nel mistero creerà il mistero stesso accecando i connettori logici della ragione, per ottenerlo , ciò è in antitesi con la mera verità che è sete di sapere per chi vive la vita con rigoroso scrupolo nella meravigliosa ricerca della verità che affascina sempre ai detentori della ragione. Per quanto si possa spiegare in modo esaudiente e razionale il problema superstizione, purtroppo è una battaglia senza speranza: tantissime persone non accettano spiegazioni razionali per principio e accettano meglio una spiegazione che gli appaghi.
    In questo documentario Dawkins affronterà diversi tipi di superstizione, dalla religione (altro…)


  • L’illusione di Dio – Dawkins

    Posted on by Celeritas

    quando una persona soffre di un’illusione parliamo di pazzia, ma quando ciò accade a molte persone parliamo di religione.

    L’illusione di Dio è un’opera dell’etologo britannico Richard Dawkins, professore di Public Understanding of Science presso l’Università di Oxford.

     

    (altro…)


  • Richard Dawkins – “E se si sbagliasse ad essere ateo?”

    Posted on by Celeritas

    Richard Dawkins è un biologo, etologo e divulgatore scientifico britannico,il suo lavoro si sviluppa principalmente nel confutare il mito religioso.
    In questo video simulato da south park ma identico al vero video originale, lui risponderà alla domanda posta da una ragazzina ” Ma se si sbagliasse?(riferito al fatto di essere un ateo)”.
    Godiamoci la risposta =)

    Tizia:
    05 Questa sarà probabilmente la domanda più semplice per lei alla quale rispondere, ma… se si sbagliasse?

    Dawkins:
    13 Bene, se mi sbagliassi? Voglio dire, chiunque può sbagliarsi.
    21 Potremmo sbagliarci tutti sul mostro degli spaghetti volante, e l’unicorno rosa e la teiera volante.
    22 Immagino tu sia stata cresciuta nella fede cristiana.
    26 Sai cosa vuol dire non credere in una particolare fede, perchè non sei musulmana o induista.
    32 Perchè non sei induista?
    33Perchè sei cresciuta in America e non in India.
    36 Se fossi cresciuta in India, saresti induista.
    39 Se tu fossi cresciuta in..
    42 Danimarca ai tempi dei vichinghi, crederesti in Odino e Thor.
    46 Se tu fossi cresciuta nella Grecia antica crederesti in Zeus.
    51 Se tu fossi cresciuta in Africa centrale, crederesti al grande Juju della montagna.
    56 Non c’è una ragione particolare per scegliere il Dio Giudeo-Cristiano,
    1:01 che ti è stato insegnato ad adorare per puro caso,
    1:05 e facendomi la domanda: ” E se lei avesse torto?”

    ORIGINALE



  • Segui Celeritas su Facebook

  • Commenti recenti

    LICENZA

    Licenza Creative Commons
    il Blog di Celeritas è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.

    ©2018 Celeritas Entries (RSS) and Comments (RSS)  Raindrops Theme