Crea sito

«Vivi come se dovessi morire domani. Impara come se dovessi vivere per sempre…»


  • Category Archives Fisica
  • Cosmos di Carl Sagan

    Posted on by Celeritas

    Cosmos è un libro di divulgazione scientifica sull’astronomia condotto dall’astrofisico e scrittore Carl Sagan negli anni ottanta negli Stati Uniti d’America. Cosmos uno dei migliori esempi di divulgazione culturale, trattando in modo rigoroso e non noioso temi scientifici. Carl Sagan (New York, 9 novembre 1934 — Seattle, 20 dicembre 1996) è stato un astronomo, divulgatore scientifico e autore di fantascienza statunitense. È stato uno dei più famosi astronomi ed astrochimici, del XX secolo. Lo si ricorda inoltre come grande divulgatore scientifico, come scrittore di fantascienza e come epistemologo in qualità di maggiore esponente dello scetticismo scientifico. Nel corso della sua vita Sagan pubblicò più di 600 tra articoli scientifici e articoli di divulgazione scientifica, e fu autore, co-autore o editore di più di 20 libri. Nelle sue opere ha frequentemente appoggiato l’analisi scettica, l’umanesimo secolare e il metodo scientifico. È stato uno dei fondatori del Progetto SETI per la ricerca delle intelligenze extraterrestri.

     

    LIBRO

    01 – Inizia il viaggio attraverso il cosmo

    02 – La vita nello spazio

    03 – L’informazione

    04 – Il futuro dell’umanità

    05 – Astronomia e astrologia

    06 – L’esplorazione spaziale

    07 – Nascita, vita e morte delle stelle

    08 – La nascita e il tipo di universo in cui viviamo

    09 – SETI, la ricerca di civiltà extraterrestri

    10 – I viaggi interstellari

    11 – Le catastrofi cosmiche

    12 – Marte, il pianeta rosso

     

    (edizione italiana a cura di Antonio Schiavone, agosto 1990)

     

    DOCUMENTARIO

    01 – Le spiaggie dell’oceano cosmico

    02 – Una voce nel concerto cosmico

    03 – L’armonia dei mondi

    04 – Paradiso e inferno

    05 – Blues per un pianeta rosso

    06 – Racconti di viaggiatori

    07 – La spina dorsale della notte

    08 – Viaggi nello spazio e nel tempo

    09 – La vita delle stelle

    10 – Sull’orlo dell’Eterno

    11 – La perseveranza della memoria

    12 – Enciclopedia galattica

    13 – Chi rappresenta la Terra?


  • Dieci domande alle quali la scienza non può (ancora) rispondere. (Parte 2)

    Posted on by Celeritas

    … Parte Precedente

    Capitolo 4
    Che cosa abbiamo intenzione di fare con gli
    stupidi?
    Non ridiamo più del DNA delle persone. Non ci rifiutiamo più di assumere persone
    con certi geni. Né le rendiamo schiave o impediamo loro di votare. Se lo facciamo,
    inoltre, quasi tutti riconoscono che ci stiamo comportando molto male. Giustamente.
    É un fatto nuovo, com’è ovvio. Soltanto due generazioni fa era perfettamente
    accettabile deridere e discriminare persone con la pelle di un altro colore o di diversa
    provenienza etnica, le persone molto alte o molto basse, i robusti e i gracili. Nel mio
    paese, la gente, anche gente piuttosto simpatica, usava comunemente parole come
    “giudei”, “negri”, “nanerottoli” e peggio ancora. Le persone condannate (forse) dal
    loro DNA a essere omosessuali erano discriminate non solo dalla massa, ma anche
    dalla legge. (altro…)


  • Dieci domande alle quali la scienza non può (ancora) rispondere. (Parte 1)

    Posted on by Celeritas

    TRAMA
    Come ha avuto origine la vita? Perché ci sono due sessi? Sono la stessa persona che ero un minuto fa? Di cosa è fatto il 96% dell’universo? Quelle che trovate in questo libro sono le domande che un ragazzino sveglio potrebbe fare al suo insegnante prima di sentirsi dire di non rompere le scatole e di tornare alle sue equazioni. Sono le domande che, poste nel modo giusto, potrebbero dare filo da torcere anche agli esperti più navigati. La scienza, ci dice Michael Hanlon, è stata, è tuttora e sarà in futuro un continuo percorso di ricerca. Se oggi siamo in grado di dare una risposta chiara ed esauriente a una miriade di problemi che appena un secolo fa erano considerati pura fantascienza, ne restano ancora infiniti da risolvere. Problemi che nella maggior parte dei casi, ad esempio l’indagine sul concetto di tempo, presuppongono un approccio trasversale e multidisciplinare e una capacità di sintesi che talvolta non si sposano con l’estrema specializzazione che caratterizza la ricerca scientifica odierna. Le dieci domande di Hanlon, se da un lato stuzzicano la curiosità del lettore, dall’altro ne stimolano la riflessione con un avvertimento: quando vi sedete soddisfatti sulla sommità di una conoscenza acquisita, è già ora di rimettersi in piedi e ripartire. Ma non è proprio questo il bello?

    Michael Hanlon è uno dei più apprezzati scrittori inglesi di scienza. Collabora con numerosi quotidiani e partecipa a trasmissioni radiofoniche e televisive. Tra i libri di divulgazione scientifica che portano la sua firma ricordiamo The Science of the Hitchhiker’s Guide to the Galaxy (MacMillan, 2005) e The Worlds of Galileo (Constable, 2001).

    Le cose che non sappiamo sono moltissime. Ve ne presento dieci, ma ce ne sono centinaia. La scienza ha il compito di trovare le risposte, e senza dubbio le troverà. L’unico “problema” è che a quel punto i picchi dell’ignoto saranno alti e distanti esattamente come quando pensavamo che mancasse solo un passo alla fine della salita.
                                                                                                                                                    Michael Hanlon
    Guida ai territori inesplorati della scienza


    Indice:
    -Ringraziamenti
    -Introduzione

    -Capitolo 1:   Fido è uno zombie?
    -Capitolo 2: Perché il tempo è così misterioso?
    -Capitolo 3: Per piacere, posso vivere in eterno?
    -Capitolo 4 : Che cosa abbiamo intenzione di fare con gli stupidi?
    -Capitolo 5: Che cos’è il lato oscuro?
    -Capitolo 6 : L’universo è vivo?
    -Capitolo 7: Sono la stessa persona che ero un minuto fa?
    -Capitolo 8: Perché siamo tutti così grassi… e ha davvero importanza?
    -Capitolo 9: Possiamo davvero essere certi che il paranormale sia una sciocchezza?
    Capitolo 10 : Che cos’è effettivamente la realtà? (altro…)


  • La Terra è un palcoscenico molto piccolo in un’enorme arena cosmica

    Posted on by Celeritas

    ( Foto delle terra ripresa da circa 6 miliardi di km di distanza dal Voyager 1 nel 1990. )

    Di seguito le riflessioni di Carl Sagan sul nostro pianeta prendendo in riferimento una foto ,scattata a 6 miliardi di km di distanza.
    (altro…)


  • Morgan Freeman Science Show prima e seconda stagione

    Posted on by Celeritas

    Morgan Freeman Science Show è una serie di documentari dedicati ai misteri dell’universo, presentati da Morgan Freeman. Narrata dalla voce dell’attore, la serie si interroga sui buchi neri, i viaggi nel tempo e la possibilità di forme di vita extraterrestri.

    Prima stagione

    Episodio     Titolo Originale
    1             Esiste un Creatore?
    2             L’enigma dei Buchi Neri
    3             Si Può Viaggiare nel Tempo?
    4             Cosa è Successo Prima del Big Bang?
    5             Come Siamo Arrivati Fin Qui?
    6            Siamo Soli nell’universo?
    7             Di Cosa Siamo Fatti?
    8             Oltre la Materia Oscura

    Seconda stagione
    Episodio     Titolo Originale
    1             C’è vita dopo la morte?
    2             Esistono i confini dell’universo?
    3             Il tempo esiste davvero?
    4             Esistono più di 3 dimensioni?
    5             Esiste un Sesto Senso?
    6             Funziona L’universo?
    7             Possiamo Viaggiare Più Veloce della Luce? (da caricare)
    8             Possiamo Vivere Per Sempre?     (da caricare)
    9             What Do Aliens Look Like?     (da caricare)

    (altro…)


  • Isaac Newton – Il colosso della scienza

    Posted on by Celeritas

    « Non so come il mondo potrà giudicarmi ma a me sembra soltanto di essere un bambino che gioca sulla spiaggia, e di essermi divertito a trovare ogni tanto un sasso o una conchiglia più bella del solito, mentre l’oceano della verità giaceva insondato davanti a me. »

    «Se ho visto più lontano, è perché stavo sulle spalle di giganti »

    Sir Isaac Newton è stato un matematico e fisico inglese Citato anche come Isacco Newton, è considerato una delle più grandi menti di tutti i tempi. Fu Presidente della Royal Society.

     

    Un documentario molto affascinante che ripercorre tutta la sua vita. (altro…)


  • L’universo Elegante – Teoria delle stringhe

    Posted on by Celeritas

    Di Brian Greene

    “Tutto quanto di meraviglioso avviene nell’universo è il risultato delle vibrazioni di singole unità, ultramicroscopiche stringhe nascoste nella profondità della materia. I «modi di vibrazione», le «note» intonate da queste stringhe, determinano la costituzione intima della materia, come corde di violino che eseguono una sinfonia cosmica ordinata e armoniosa. In questo libro, Brian Greene ci narra la storia di una straordinaria avventura, parlandone da protagonista e trasmettendoci tutto l’entusiasmo della scoperta scientifica. La rivoluzionaria visione dell’universo che emerge dal suo racconto prevede dimensioni nascoste e arrotolate nelle pieghe dello spazio, buchi neri che si trasformano in particelle elementari, discontinuità nella tessitura dello spaziotempo e universi che generano altri universi. Attraverso l’uso sapiente di analogie e metafore affascinanti, L’universo elegante descrive con intelligenza e vivacità le scoperte esaltanti e i misteri ancora insoluti dell’universo e rende immediatamente accessibili alcuni dei piú complessi e sofisticati concetti della fisica contemporanea.”


    Albert Einstein trascorse gli ultimi trent’anno della sua vita alla ricerca spasmodica di una cosidetta ” teoria unificata di campo” , cioè di una teoria in grado di descrivere le forze della natura all’interno di un quadro unitario,coerente e onnipresente.La spinta non gli veniva da quelle motivazioni che di solito pensiamo accompagnino imprese scientifiche, come il tentativo di spiegare un certo insieme di dati sperimentali.
    Al contrario,Einstein era visceralmente convinto che arrivare a comprendere l’universo al livello più profondo avrebbe rivelato la vera meraviglia del creato: la semplicità e la forza delle leggi su cui è fondato.
    Einstein non realizzò il suo sogno, ma ci ha spianato la strada. (altro…)


  • Dualismo onda-particella

    Posted on by Celeritas

    In fisica con l’espressione dualismo onda-particella ci si riferisce al fatto, espresso all’interno del principio di complementarità, che le particelle elementari, come l’elettrone o il fotone, mostrano una duplice natura, sia corpuscolare sia ondulatoria.
    Tale evidenza nasce dall’interpretazione di alcuni esperimenti compiuti all’inizio del XX secolo: ad esempio l’effetto fotoelettrico suggeriva una natura corpuscolare della luce, che, d’altra parte, manifestava proprietà chiaramente ondulatorie nel fenomeno della diffrazione.
    Il paradosso rimase fino alla formulazione completa della meccanica quantistica, quando finalmente si riuscì a descrivere i due aspetti in maniera unificata.
    L’esperimento della doppia fenditura permette di dimostrare la dualità onda-particella della materia.

    Richard Feynman era solito ripetere che questo esperimento rappresenta la chiave per la comprensione della meccanica quantistica.


    Esperimento della doppia fenditura:

    Tra una sorgente coerente e una lastra fotografica che registri il passaggio della luce si dispone una barriera opaca, nella quale sono tagliate due fenditure parallele richiudibili. Si procede quindi col verificare cosa succede aprendo entrambe o soltanto una delle due fenditure.



  • Segui Celeritas su Facebook

  • Commenti recenti

    LICENZA

    Licenza Creative Commons
    il Blog di Celeritas è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.

    ©2017 Celeritas Entries (RSS) and Comments (RSS)  Raindrops Theme